modello organizzativo

Modello organizzativo…perchè dotarsene?

Perchè dotarsi di un modello organizzativo?

E’ necessario dotarsi di un modello organizzativo per evitare le gravi conseguenze che derivano agli enti dalla commissione di un reato da parte di un dipendente o un dirigente. Il fine è quello di generare un sistema interno di vigilanza preventiva.

Scopo del modello è quello rendere gli operatori consapevoli delle sanzioni (penali, amministrative e disciplinari) che potrebbero incorrere, nei confronti loro e della società, dall’inosservanza degli obblighi imposti dal modello. Fare in modo che l’attività della società si ispiri sempre e comunque al più scrupoloso rispetto della legge e dei princìpi fondamentali dell’etica d’impresa.

Quando un modello organizzativo può essere considerato efficace?

 

Deve essere adottato prima della commissione del fatto-reato e deve considerarsi adeguato ad evitare gli illeciti.

Non dimentichiamo che, in sede di giudizio, l’azienda avrà di fronte un giudice che dovrà valutare l’idoneità del modello e la sua efficace attuazione.

Quanto detto evidenzia che il non dotarsi di uno specifico modello organizzativo, può comportare pesanti sanzioni anche a carico dell’impresa, nel caso dei reati individuati dalla normativa, come alcuni riguardanti la materia ambientale e la sicurezza sul lavoro.

 

Un Modello organizzativo di gestione confezionato su misura?

Il modello deve tenere conto della singola realtà aziendale e delle sue specifiche caratteristiche.

Non è statico ma dinamico, cioè deve evolvere nel tempo tenendo conto dei mutamenti strutturali, organizzativi o produttivi e deve essere sottoposto a verifica periodica.

 

Ma è obbligatorio?

La normativa prevede l’adozione del modello di organizzazione, gestione e controllo in termini di facoltatività e non di obbligatorietà. La mancata adozione non è soggetta, perciò, ad alcuna sanzione, ma espone l’ente alla responsabilità amministrativa degli illeciti realizzati da amministratori e dipendenti.

Pertanto, nonostante la ricordata facoltatività del comportamento, di fatto l’adozione del modello diviene obbligatoria se si vuole beneficiare dell’esimente.

Investire in sicurezza oltre ad essere un atto Doveroso ed Intelligente, è soprattutto un atto etico!

Conseguentemente, la gestione di quest’importante aspetto può permettere un’inversione di tendenza nell’andamento infortunistico nel nostro Paese.

 

Seguici!
No Comments

Post A Comment