Fatti, non parole!

A poca distanza l’una dall’altra si sono ricordate la Giornata Mondiale della Sicurezza sul Lavoro (28 aprile) e il Primo MaggioFesta Nazionale dei Lavoratori, in un clima di forte apprensione, non tanto per chi deve entrare nel mercato del lavoro, oppure per chi ha perso il lavoro per effetto della crisi economica, ma soprattutto per il trend di crescita del numero di infortuni, vittime sui luoghi di lavoro e malattie professionali.

Federsicurezza Italia, quest’anno alla Giornata Mondiale della Sicurezza sul Lavoro, ha impresso uno slogan particolarmente appropriato –  SICUREZZA: IMPEGNO DI TUTTI, RESPONSABILITA’ DI CIASCUNO.

Uno slogan molto azzeccato, perché tutte le figure operanti nel mondo della sicurezza, siano essi organi di controllo, datori di lavoro, responsabili della sicurezza, lavoratori, dovrebbero averlo ben impresso nelle loro menti, per adeguare i propri comportamenti, che garantiscano a chi si reca al lavoro, di rivedere i propri familiari a fine giornata e per evitare che le aziende si trasformino in cimiteri.

Ma proprio perché La sicurezza deve essere un impegno di tutti, Federsicurezza Italia, ha deciso di passare dalle parole ai fatti. E’ giusto che se ne parli, in modo che questa lunga serie di morti bianche non diventi una strage silenziosa, ma è doveroso soprattutto A G I R E e che nel proprio piccolo, ognuno, faccia la propria parte per creare una vera e propria cultura della sicurezza.

Recentemente il Presidente di Federsicurezza Italia ing. Marco Arturo Romano, ha dichiarato “Abbiamo formato in Italia quasi un milione di lavoratori con sistemi validati di formazione e attraverso controlli accurati. Noi garantiamo che la formazione pratica venga fatta effettivamente presso PARALLELO 45, le palestre didattiche che abbiamo creato sul territorio”.

Dopo Rovigo, Piacenza e Verona, verranno inaugurati nei prossimi mesi anche i centri di addestramento Parallelo 45 di Pordenone-Udine e Venezia-Treviso. I centri Parallelo 45 privilegiano, infatti, l’addestramento pratico su attrezzature, spazi confinati, lavori in quota, antincendio e sono dotati di campi prova per l’addestramento pratico e per personalizzare percorsi didattici teorico-pratici richiesti dalle aziende,

Un altro tassello di questo puzzle è sicuramente EveryDay Rls: il progetto Inail-Federsicurezza ITALIA presentato il 10 aprile scorso a Roma, per fornire informazione e sviluppo della cultura della prevenzione per la figura del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS).

 

 

Una giornata organizzata dalla Direzione centrale prevenzione dell’INAIL per presentare il portale www.everydayrls.it sviluppato con Federsicurezza Italia, ente capofila insieme a Enapra e Piazza Copernico, e per riflettere sul ruolo di questa figura che prendendo spunto dall’esperienza di altri RLS, punti a migliorare le performance della sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’obbiettivo del progetto è che il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) e il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale (RLST) debba passare da anello debole della catena di prevenzione a elemento chiave dello sviluppo dell’impresa nella salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

L’RLS sempre più dovrà rivestire un ruolo fondamentale tra il datore di lavoro e gli altri lavoratori. Non dovrà essere visto dal datore di lavoro come un ulteriore controllore, ma al contrario, uno stretto collaboratore che effettua proposte in merito all’attività di prevenzione.

Il Progetto EVERYDAYRLS dovrebbe permettere anche attraverso uno SMARTHPHONE di acquisire informazioni e di migliorare le proprie competenze e conoscenze. Ciò gli dovrebbe permettere di acquisire indipendenza da altre figure previste dal D. Lgs. 81/08, come il preposto o il responsabile del personale, limitati spesso per la poca conoscenza.

Il ruolo dell’RLS sarà sempre più centrale e sempre più faticoso e il progetto www.everydayrls.it si pone come obiettivo che questi lo possa utilizzare quotidianamente per lo svolgimento della propria attività (da qui il nome di Every Day), per garantire sempre più formazione per l’esercizio della sua attività e per assicurare il benessere dei lavoratori.

Seguici!
No Comments

Post A Comment